View Rudi Profile Events

  • Apr

    11

    2014

    Rome, Italy

    Auditorium Parco della Musica

    Dinamitri Jazz Folklore in concertoLa Società delle Maschere Dimitri Grechi Espinoza sax altoEmanuele Parrini violinoBeppe Scardino sax baritonoPee Wee Durante organo hammondGabrio Baldacci chitarraAndrea Melani batteriaSimone Padovani percussioniPiero Gesuè voce L’arte espressa ne “La Società delle Maschere” si rivela attualissima e arcaica, quasi archetipica. Dinamitri Jazz Folklore è, peraltro, fin dalla sua fondazione un gruppo che spiazza, agisce di sorpresa, attua una “guerriglia sonora” che cerca profondità e rifugge stereotipi. Cosmologia e maschere, universo e interiorità, uomo e animale, blues e Africa, Tuareg ed emigrazione. Il settetto dona forte ritualità a una musica che connette l’essere umano a quanto gli gira intorno. Fra trance controllata e modalismo, la musica del Dinamitri Jazz Folklore agisce alternando una multicolore gamma di timbri, ritmi e suoni dove non esistono solisti ma voci di una coralità diffusa, totalizzante, organica.  (Rudi Records)

  • Dec

    03

    2013

    Rome, Italy

    Auditorium Parco della Musica

    Il violinista Emanuele Parrini è un musicista in piena ascesa, considerato tra i maggiori rappresentanti del suo strumento sulla scena attuale del jazz moderno. Un musicista che vanta conoscenza e passione per la storia del violino in ambito sia jazzistico che creativo (come ha dimostrato con gli omaggi a Leroy Jenkins e Renato Geremia) e una preparazione tecnica che gli consente di attraversare stili e approcci diversi. Le collaborazioni di Parrini includono il massimo del jazz creativo italiano (Italian Instabile Orchestra, Dinamitri Jazz Folklore e Nexus). "Viaggio al centro del violino" (Rudi Records) suona come un intenso tour de force in cui strumento e musicista sono coinvolti in modo unico e inscindibile.

  • Jan

    16

    2013

    various, Italy

    various

    When We Forgot The Melody | Italian tour

    Dimitri Grechi Espinoza Tito Mangialajo Rantzer

    GENNAIO

    16 Firenze, Le Murate

    17 Livorno, Teatro C  

    18 Barga, Barga Jazz Club

    23 Pisa, Exwide  

    24 Pistoia, Orange Jazz Club

    26 Bologna, Ivan Ilich

    27 Milano, Vecjo Friuli  

    "Il titolo 'When We Forgot The Melody' lascia intuire un congedo, anche un po’ ironico, dalla melodia. In realtà, il percorso che in questo lavoro conduce verso il territorio inesplorato dell’improvvisazione lascia spazio al continuo ritorno di un respiro melodico, che non è mai un limite, mai una nostalgia, ma una spinta fertile verso la libertà di una ricerca che tende ad una sorta di non finito musicale.Dimitri Grechi Espinoza e Tito Mangialajo Rantzer inseguono con la giusta fusione e con un incedere asciutto ma decisamente ispirato la ragione profonda di questa loro personale ricerca che, sviluppatasi improvvisamente in una seduta di registrazione, può considerarsi a pieno titolo un omaggio alle atmosfere sonore e al mondo poetico di due grandi musicisti quali Lee Konitz e Red Mitchell." Fabio Ferretti    

    info album

    http://www.rudirecords.com/albums/121-when-we-forgot-the-melody  

    clip video

    http://www.youtube.com/watch?v=73_vJkyZbkM

  • Dec

    08

    2012

    Livorno, Italy

    The Cage Theatre

    Dinamitri Jazz Folklore presenta il nuovo album "La Società delle Maschere" La società delle maschere (Rudi Records, 2012) è l’ultimo progetto discografico del collettivo toscano e rappresenta l'apice del percorso artistico della band che, forte dello straordinario viaggio in Mali per suonare al mitico Festival au Désert di Timbuktu, mette in scena un rituale sonoro e gestuale (grazie anche alle suggestive maschere costruite per ogni musicista da Federico Biancalani), che accompagna l'ascoltatore fino alle profondità della cultura africana, in un dialogo aperto a forme musicali e artistiche contemporanee. Dinamitri Jazz Folklore Dimitri Grechi Espinoza, alto sax Emanuele Parrini, violin Beppe Scardino, baritone sax Pee Wee Durante, hammond organ Gabrio Baldacci, guitar Andrea Melani, drums Simone Padovani, percussion Piero Gesuè, voice

  • May

    06

    2012

    Milano, Italy

    Blue Note

    Black Hole Quintet – Tributo a Frank Zappa | Daniele Cavallanti sax; Walter Donatiello chitarra; Michelangelo Flammia basso; Tiziano Tononi batteria; Gianluigi Trovesi sax, clarinetto; | Nuova formazione milanese orientata alla scena più attuale del jazz contemporaneo. I tratti distintivi del gruppo sono il costante riferimento ad un interplay circolare tra i musicisti e l’improvvisazione collettiva, mantenuti in una logica di costruzione e decostruzione formale mai completamente predeterminata. La presenza simbiotica di chitarra e basso elettrici, insieme all’ampio set up espressivo nel drumming, conferiscono alla performance live un impulso sonoro di sicura presa e particolare potenza. Si apre una nuova fase del percorso musicale del gruppo, con la proposta di un quintetto in collaborazione con Gianluigi Trovesi, musicista eclettico avvezzo a molte e diverse esperienze nell'ambito delle musiche di ricerca. In precedenza partner di Tononi e Cavallanti nella ormai ventennale esperienza dell'Italian Instabile Orchestra e nel gruppo Nexus da loro diretto, Trovesi costituirà in questa occasione l'elemento attorno a cui (ri)costruire geometrie nuovamente variabili, sempre cangianti, nello spirito di una musica mai uguale a se stessa.

  • Mar

    18

    2012

    Genova, Italy

    Villa Bombrini

    When We Forgot The Melody | Dimitri Grechi Espinoza Tito Mangialajo Rantzer | Dimitri Grechi Espinoza, alto sax - Tito Mangialajo Rantzer, doublebass

  • Mar

    16

    2012

    Livorno, Italy

    Libreria Belforte

    When We Forgot The Melody | Dimitri Grechi Espinoza Tito Mangialajo Rantzer | Dimitri Grechi Espinoza, alto sax - Tito Mangialajo Rantzer, doublebass

  • Mar

    15

    2012

    Pisa, Italy

    Libreria Sottobosco

    When We Forgot The Melody Dimitri Grechi Espinoza Tito Mangialajo Rantzer Dimitri Grechi Espinoza, alto sax Tito Mangialajo Rantzer, doublebass