Artist: Vittorio Cuculo Quartet     Album: BETWEEN     Label: AlfaMusic     Code: AFPCD214

BETWEEN

  • BETWEEN

  • Vittorio Cuculo Quartet

  • 10 January 2020

  • AFPCD214

  • 8032050019369

  • Digital, AlfaMusic

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 1118

  • Today views : 2

  • Created on : 21 December 2019

  • Total songs : 11

  • Total comments : 0

  • From: AlfaMusic

Press Release

YouTube channel

Da qualche anno Vittorio Cuculo percorre in lungo e in largo le strade del jazz. Con passione ed entusiasmo, rispetto e voglia di esserci, non si tira indietro davanti a nessuna situazione. Nel suo già ricco percorso, nonostante la giovane età, lo abbiamo visto cimentarsi in avventure da leader alla guida dei suoi combo, in incontri con affermati musicisti, in infuocate jam session, in importanti organici orchestrali (da “Siena Jazz Univesity Orchestra” diretta dal sottoscritto, alla “New Talents Orchestra” di Mario Corvini, fino alla “Orchestra Nazionale Jazz – Giovani Talenti” diretta da Paolo Damiani). Questa intensissima attività lo ha portato a una rapidissima maturazione, di cui possiamo godere i frutti in questa vera e propria opera prima. 

In primo piano c’è l’amore per il jazz e per la sua storia, i suoi protagonisti, il suo repertorio, le sue consuetudini: emerge all’ascolto la profonda esigenza propria di tutti i jazzman di confrontarsi con la tradizione e la modernità, di unirsi alla “grande carovana” esprimendo allo stesso tempo la propria unicità, con la dovuta attenzione per il sentire comune e la condivisione di linguaggi, riti, gerarchie.

Il classico quartetto jazz è probabilmente l’ambiente sonoro ideale per Vittorio Cuculo, il territorio in cui può esaltare le sue qualità espressive, poetiche, tecniche: è il luogo in cui dispiegare la sua intensa voce strumentale al sax alto e al soprano, dare libero flusso al suo fraseggio a volte misurato e intenso, a volte torrenziale e inarrestabile, sicuramente impressionante per la quantità e la qualità delle idee che propone, sviluppa, intreccia nei suoi percorsi improvvisativi. Al pianoforte l’ottimo Danilo Blaiotta il quale, oltre a fornire un sostegno armonico e ritmico efficacissimo, negli assoli offre un grande contributo alla riuscita dei brani, muovendosi con energia ed eleganza. Il contrabbasso è imbracciato da Enrico Mianulli, collaboratore assiduo del sassofonista: è lui a dettare il flusso del timing con autorevolezza, energia e il giusto relax, grazie al suo solido sound. La grande sorpresa la troviamo tra i tamburi e i piatti della batteria: per una personalità come Gegè Munari è perfino difficile trovare nuovi aggettivi, dopo la sua carriera pluridecennale ricca di collaborazioni internazionali e nazionali. Certamente fa un gran piacere trovarlo ancora una volta immerso nella musica tra giovani e valorosi musicisti con la consueta positiva energia e partecipazione: una scelta sorprendente e di grande spessore per la quale il merito va senza dubbio a Vittorio. In un unico, ma significativo brano, emerge un suono inaspettato e intenso: è quello del violino di Enrico Cuculo, fratello di Vittorio, che fa vibrare corde e archetto del suo strumento sulle note di un brano ormai consegnato alla storia, Vedrai, Vedrai di Luigi Tenco.

Il repertorio è estremamente vario: il quartetto snocciola uno dopo l’altro standard della tradizione del jazz (tra cui una vertiginosa versione di Cherokee di parkeriana memoria), brani di grandi autori (di Ellington e Monk, ma anche di Enrico Pieranunzi), belle composizioni originali dei componenti del quartetto (due a firma di Enrico Mianulli e una di Danilo Blaiotta), la canzone d’autore italiana precedentemente citata. Infine, in questa registrazione Vittorio mi ha voluto onorare dell’esecuzione di una mia composizione, il brano-mantra suonato tante volte con tante orchestre italiane Ce La Posso Fare, dandone insieme al suo quartetto una lettura densa di swing e di energia: grazie di cuore!

Between segna un passaggio ricco e importante, pieno di significati. Ad esempio quello tra il repertorio storico e la musica attuale; o, ancora, quello della scelta di vita di dedicarsi completamente e definitivamente a quella magnifica ossessione che è la musica. E poi quello dell’incontro, come quello riuscitissimo tra le nuove generazioni del jazz italiano e uno dei grandi padri della nostra musica in Italia. Molto più che un album di esordio, o un semplice biglietto da visita: un’opera sincera, fortemente voluta e sentita, che segna una tappa importante di una carriera che auguriamo lunga e ricca di eventi importanti.

Roberto Spadoni

Track List

  • 1)    CE LA POSSO FARE R. Spadoni                             
  • 2)    IN WALKED BUD T. Monk                                  
  • 3)    THIS I DIG OF YOU H. Mobley                              
  • 4)    IT DON'T NEED A THING E. Mianulli                             
  • 5)    IN A SENTIMENTAL MOOD D. Ellington                            
  • 6)    CHEROKEE R. Noble                                 
  • 7)    OGNI NOTTE D. Blaiotta                             
  • 8)    MR. GOMEZ E. Mianulli                              
  • 9)    YOU'D BE SO NICE TO COME HOME TO C. Porter             
  • 10)  NIGHT BIRD E. Pieranunzi                          
  • 11) VEDRAI VEDRAI L. Tenco                               
  • Publishing AlfaMusic Studio (Siae) 4  7  8  10 

 


 

Personnel

Produced by Vittorio Cuculo for AlfaMusic Label&Publishing
Production coordination Alessandro Guardia & Fabrizio Salvatore 
  • Vittorio Cuculo alto sax
  • Danilo Blaiotta piano
  • Enrico Mianulli double bass
  • Gegè Munari drums
  • Enrico Cuculo violin on track 11 

Liner notes Roberto Spadoni
Graphic project Riccardo Gola
Photos Federica Di Benedetto

 

Recording Data

Recording, Mix and Mastering AlfaMusic Studio, Rome

Sound engineer Alessandro Guardia