Artist: Mirko Cisilino     Album: Effetto Carsico     Label: Auand     Code: AU9083

Effetto Carsico

  • Effetto Carsico

  • Mirko Cisilino

  • 09 August 2019

  • AU9083

  • 8031697908326

  • Jazzos, Auand

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 277

  • Today views : 1

  • Created on : 09 August 2019

  • Total songs : 14

  • Total comments : 0

  • From: Auand

Press Release

“Effetto Carsico”: debutto discografico da leader per Mirko Cisilino
Alla ricerca di unità, seguendo il filo della semplicità

Il giovane trombettista alla testa di un quintetto
con Filippo Orefice, Beppe Scardino, Marzio Tomada e Marco D’Orlando

 La risposta di Mirko Cisilino a un’imperante atmosfera di chiusura e diffidenza è un debutto da leader che si affida alla semplicità di melodie lineari e orecchiabili, capaci di parlare al maggior numero di persone possibile.

È per questo che la giovane promessa italiana della tromba non considera “Effetto Carsico”, in uscita per Auand Records, come un disco di jazz. «Direi invece che si tratta di un disco leggero – spiega candidamente – In alcuni momenti mi fa pensare alle bande, in altri ai gruppi rock o rhythm&blues con le sezioni di fiati, e altre volte anche a un’orchestrina di liscio».

Un caleidoscopio sonoro che è una voluta presa di distanza da prodotti musicali a volte troppo cervellotici e inevitabilmente freddi. «L'idea che mi ha guidato – continua – è la melodia, in una ricerca di unità tra semplicità e complessità. Oggi la società è sempre più divisiva: tutti si chiudono in casa, impauriti dal diverso. E trovo che tanta musica, che oggi rientra nell'ambito jazz, sia troppo oscura. Per anni sono stato anch’io in quella modalità, oggi non ce la faccio più. Ho sentito il bisogno di cercare luce: melodie che aprano il cuore, che trasmettano unità e vita, nonostante la complessità del quotidiano e delle emozioni che ci attraversano. È bene raccontare anche il dolore e la rabbia, però non solo».

Il dolore e la rabbia sono quasi in ogni goccia di quel fiume Carso che ha ispirato il titolo del progetto. «Quella terra, bagnata dal sangue di migliaia di battaglie, ha sempre suscitato in me forti emozioni e riflessioni. Il Carso mi ha affascinato soprattutto per come l’acqua, nella sua inesorabile fluidità, continui sempre a scavare: per me è come la comprensione dell’unità, la ricerca di un nesso comune nella diversità».

Ad aiutarlo, e in qualche modo ad aggiungere complessità da semplificare insieme, ci sono quattro grandi musicisti: il sax tenore di Filippo Orefice è il primo tassello («ci siamo conosciuti a 16 anni e abbiamo suonato insieme generi diversi molto a lungo: con lui ho un’intesa che raramente ho trovato con altri musicisti»), a cui si aggiunge il basso elettrico di Marzio Tomada («una persona sempre pronta all’aiuto e all’ascolto, che umanamente mi ha dato tantissimo»), Marco D’Orlando alla batteria («un musicista speciale con una maturità rara»), e infine Beppe Scardino, che l’ha voluto anche nella squadra dei suoi BS10, e che in ordine di tempo è l’ultima tessera di un puzzle costruito con cura: «Anche con lui – aggiunge Cisilino – ci sono un ascolto e una sintonia incredibile: è uno dei musicisti più completi e ricchi di idee e umanità che conosco. Avere Filippo e Beppe nella stessa sezione è una benedizione: sono complementari, brillanti, si vogliono bene e si rispettano».

La sintonia della sezione fiati è un elemento chiave del disco e trova la sua dimensione tra suoni bandistici e rhythm&blues, mentre la ritmica vira verso rock e pop-rock. Bandito ogni strumento armonico e ogni sonorità sintetica, l’ossatura sta nel binomio melodia e basso, e in una insistenza su suoni asciutti, quasi crudi. A tenere insieme il tutto, solidi arrangiamenti che sono una sintesi di tutte le esperienze artistiche di Cisilino fino a oggi, come i dieci anni con la Abbey Town Jazz Orchestra, in cui oltre a essere trombettista di punta è stato anche direttore di alcuni progetti: «Da lungo tempo cerco di lavorare con le basi degli accordi, i loro rivolti e la costruzione di melodie semplici ma personali. In generale mi piace avere una cellula motivica o un tema e ripeterlo, cambiando però l’armonia che lo accompagna; in questo modo non c'è troppa carne al fuoco e si ha modo di sviluppare il materiale di partenza».

 
EN

 

“Effetto Carsico”, Young Italian Trumpet Player Mirko Cisilino’s Debut
In Search Of Unity And Simplicity

His quintet features Filippo Orefice, Beppe Scardino,
Marzio Tomada and Marco D’Orlando

Mirko Cisilino’s answer to a time of closure and suspicion is his debut as a leader: easy, simple lines that speak to everyone. This is why the Italian rising star doesn’t consider “Effetto Carsico” (out now under Auand Records) as a jazz album. «At times – he says – it reminds me of marching bands, other times rock or rhythm & blues bands».

What he wants to stay away from is tortuous, rational music. «The idea behind my work is melody, a search for unity between simplicity and complexity. Today’s society is divisive: people fear diversity. And I find that much music, mostly in the jazz area, is quite obscure. I’ve been there too, but I’m different now. I’ve felt the need to shine a light, find open hearted melodies, focus on unity and life, regardless of everyday’s complexity. It’s okay to speak about anger and pain, but there’s more than that».

Four musicians help him on his mission, and they all share common experiences in former bands: Filippo Orefice on tenor sax, Marzio Tomada on electric bass, Marco D’Orlando on drums, and sax player Beppe Scardino, who asked him to join his BS10 collective.

A solid brass section is key in this recording, finding its place between marching bands and rhythm & blues sounds, while the rhythmic section leans towards rock and pop-rock. No harmonic instrument or synth allowed: melody and bass are at the core of its dry, almost raw sound. And the arrangements are a sum of Cisilino’s experiences up to today, including his 10 years with the Abbey Town Jazz Orchestra, which he also conducted in some projects. «I’ve been trying to work with triad chords for a long time, as well as to build easy yet personal melodies. I like to start from a cell or a theme and work on that, changing the harmony: by doing this, you don’t have too much on your plate and you can develop the starting material».

Track List

01 Autoritratto
02 Girotombo
03 LIngrato
04 Morte Di Un Cactus
05 Funerale
06 LIngrato Reprise
07 E Senza
08 Ninna Nanna
09 La Bomba Atomica
10 Riverbero
11 Variabile
12 Fenice
13 Pietra
14 Uno

Personnel

Mirko Cisilino trumpet
Filippo Orefice sax tenor
Beppe Scardino sax baritone
Marzio Tomada double bass
Marco D’Orlando drums

Recording Data

Produced by Mirko Cisilino
Executive Producer: Marco Valente
Recorded at East Land Studio, Cormons (GO) – Italy
Engineer: Francesco Blasig
Cover Photo: Danilo De Marco

More Albums From Auand