Artist: ONE LESS QUARTET     Album: Family Portrait feat. Fabrizio Bosso e Massimo Morganti     Label: Dodicilune     Code: ED407

Family Portrait feat. Fabrizio Bosso e Massimo Morganti

  • Family Portrait feat. Fabrizio Bosso e Massimo Morganti

  • ONE LESS QUARTET

  • 25 August 2018

  • ED407

  • 8033309694078

  • Dodicilune

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 680

  • Today views : 1

  • Created on : 27 July 2018

  • Total songs : 11

  • Total comments : 0

  • From: Dodicilune

Press Release

Prodotto dall'etichetta pugliese Dodicilune, sabato 25 agosto esce, distribuito in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store online da Believe Digital, "Family Portrait" del progetto One Less Quartet. Il gruppo, composto da Edoardo Petracci (basso e contrabbasso), Sabatino Matteucci (sassofoni), Massimo Saccutelli (piano, rhodes) e Luca Cingolani (batteria), è affiancato, in cinque degli undici brani, dal trombettista Fabrizio Bosso e dal trombonista Massimo Morganti.

L’originale sound del quartetto, nato nel 2015, coniuga il gusto per le sonorità più vicine al moderno jazz d'oltreoceano con quelle più calde di matrice mediterranea. L’album contiene dieci tracce originali composte, con stili differenti, da Petracci ("Family Portrait", "Partenze", "Intimità", "Nastine", "Don Carluccio", "Via Virgilio") e Matteucci ("Infinito", "Teratango", "Prospettive Diverse", "Doppia Faccia") oltre a una rivisitazione del brano "Dolce Sentire" di Riz Ortolani. Nel giorno dell'uscita (sabato 25 agosto, ore 21.30 - ingresso gratuito) il disco sarà presentato ufficialmente in concerto in via Conchiglia a Civitanova Marche all'interno del calendario del Civitanova Jazz Festival

«Prendendo in prestito il titolo di un brano originale del disco, “Prospettive Diverse”, direi che questo incarna alla perfezione l’approccio che il gruppo ha nei confronti della musica», sottolinea Ferruccio Spinetti nelle note di copertina. «Per essere un disco d’esordio si respira maturità ed omogeneità in tutte le tracce. Viviamo in un’epoca dove è stato detto e scritto di tutto in ambito musicale e la cosa che più mi ha colpito è proprio questa ricerca di un sound, un suono, uno stile personale, anche attraverso le composizioni originali firmate da Petracci e Matteucci. La scelta - che poteva sembrare sulla carta azzardata - di rivisitare un brano come “Dolce Sentire" ci dà la misura del coraggio che i nostri musicisti hanno avuto nel provare a trattare questo brano come fosse uno standard jazz del Real Book classico. Scommessa vinta. Ottima anche la scelta di avere come ospiti Massimo Morganti al trombone e Fabrizio Bosso alla tromba, due musicisti che non hanno certo bisogno di presentazioni. Mi auguro che questo primo disco sia per il quartetto il primo di una lunga serie, sicuro che la loro “prospettiva" meriti d’essere ascoltata da più orecchie possibili, sia dal vivo che in cd».

LUCA CINGOLANI
Inizia a studiare batteria all’età di 15 anni (ottobre 2000) seguito privatamente da Andrea Morandi e Michele Lelli. Terminato il liceo linguistico s’iscrive alla MUSIC ACADEMY 2000 di Bologna (100/100 all’esame finale di musica d’insieme) dove viene seguito da: Max Govoni,Paolo Valli,Bruno Farinelli,Pepe Bonanno,Filippo Mignatti e Samuele Albani. Frequenta per 2 anni Arcevia Jazz vincendo nel primo anno la borsa di studio, docenti: Stefano Paolini e il pianista Emilio Marinelli in jazz ensamble. Nel 2007 si dipoma all’Accademia di Musica Moderna di Milano con Archelao Macrillo.
A fine 2007 si trasferisce per tre mesi a Boston (USA) dove prende lezioni private da insegnanti del BERKLEE COLLEGE OF MUSIC: Mike Mangini, Kenwood Dennard, Skip Hadden, Bob Moses e Sergio Bellotti.
Partecipa al Roma jazz's cool 08 docenti: Jeff “Tain” Watt, e in jazz ensamble Salvatore Bonafede e Paolo Damiani. Dal febbraio '09 e' ufficialmente endorser delle batterie Gretsch, bacchette Vic Firth e piatti Paiste. Aprile '09 suona con Paul Gilbert in occasione del suo seminario. Frequenta Roma jazz's cool '09 con Jeff Ballard e in jazz ensamble da Phil Markovitz..
Ottobre '09 ritorna a Boston dove frequenta lezioni con Richard Flanagan, Jon Hazilla, Larry Finn.
Nel 2011 studia con John B. Arnold.
Nel 2013-2014 studia con Fabrizio Sferra
Svolge attività di insegnamento presso:
- Scuola civica P. Soprani di Castelfidardo http://www.scuolacivicamusicapsoprani.it/corsi.php
- Scuola di musica di Montefano
- Scuola civica di Montecassiano
-privatamente nel suo studio.
Collabora stabilmente con numerosi progetti musicali di ogni genere musicale.
Partecipazioni:
- Linda (3° classificata a Sanremo ‘04). .
-Musicultura ‘05 allo Sferisterio di Macerata accompagna i vincitori del premio nazionale jazz Massimo Urbani. .
-Collabora con la cantante bulgara Neli Hristova per il progetto "Visioni dall'Est".
- Rototom Sunsplash '09 di Osoppo UD con i Radiobabylon. .
-Suona all'edizione '09 del festival internazionale Leo Ferre' con Lucio Matricardi e Paolo Della Mora. .
-Paul Gilbert. nel suo clinic tour del 2009
- 2013 Suona ad Abu Dabi con la band Mark Zitti e i fratelli coltelli
-2013 Con il trio di Alessandro Menichelli vince il concorso Anzola Jazz
- 2015 Suona con 5tetto di Pablo Corradini al Piacenza Jazz festival
- 2015 con il trio di Giovanni Baleani suona alla manifestazione il jazz italiano per l'Aquila.
Registrazioni in studio:
2007 Polyetnic Muzak
2014 Radiobabylon
2014 Pablo Corradini 5tet

MASSIMO SACCUTELLI
pianoforte, tastiere e programmazione: nato  a Civitanova Marche il 18.09.1966 ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio G.Rossini di Pesaro. Diplomato al CPM  di Milano  con  il  Maestro Franco D'Andrea ha in seguito studiato con il Maestro  Ramberto Ciammarughi.  Ha   suonato  in   diverse  formazioni  Jazz con   Massimo   Manzi,   Stefano   Mora   ed  altri.  Nel  1991 suona  in tour  con  Sabina  Stilo e nello   stesso  anno  partecipa  ad  un    festival    blues   dove suona con Guido Toffoletti e altri noti bluesmen italiani.  Nel  1992   suona  in tour con Paolo Mengoli.     Nel    1995    suona    nel     CD   "Lighea"   di Lighea e collabora alla realizzazione del nuovo   CD  dei  Camaleonti . Nello stesso anno partecipa  alla  realizzazione del video   "Le cose che non riusciamo a terminare mai"  di   Lighea.
Nel l  1997  inizia la collaborazione   con    la   Roland  Europe  realizzando  per la stessa  stili musicali,  demosongs  e  grooves.   Nel    1999 suona nel  CD   "Ci sei Perchè" e "Che cosa fai di me" di Lighea e suona nel suo tour 1999. Nel 2000  ancora  in  tour con Lighea e contemporaneamente suona con Andrea Braido nella Deep Purple Band con cui fa alcuni concerti nel centro Italia.  Nel 2001 e 2002  è nuovamente in tour con Lighea. Sempre nel 2002,  suona insieme a Ian Paice (batterista dei Deep Purple) in alcuni concerti dove vengono riproposti i brani più famosi del mitico gruppo inglese. Nel 2003 inizia la collaborazione come musicista e programmatore con la Lontano Record di Michele Pecora e nello stesso anno suona nel tour "Una serata al porto" collegato al giro d'Italia a vela di Cino Ricci dove suona dal vivo con un orchestra di 11 elementi insieme a Barbara Cola, Michele Pecora, Lighea, Pamela Prati, Filippo Graziani e altri noti artisti nazionali. Nel settembre dello stesso anno suona in alcuni concerti del tour di Annalisa Minetti (vincitrice di Sanremo).
Nell'estate 2004 suona nel tour di Linda (3^ classificata al Festival di Sanremo 2004 con "Aria sole terra mare") e contemporaneamente partecipa al tour "Una serata al porto" collegato al giro d'Italia a vela di Cino Ricci dove suona con Spagna, Riccardo Fogli, Mietta, Peppino Di Capri, Barbara Cola, Lighea e Filippo Graziani.  Sempre nel 2004 inizia a collaborare con Carlo Gargioni (pianista e produttore di Fabio o, Ornella Vanoni, Angelo Branduardi e altri) con il quale realizza  musiche per varie trasmissioni televisive tra cui “Markette” di Piero Chiambretti,  “Amici” di Canale 5 e trasmissioni di SKY e Mediaset. Nel 2005 suona in tour con Annalisa Minetti (vincitrice insieme a Toto Cutugno nella loro categoria del Festival di Sanremo 2005)  Nel 2006 è di nuovo in tour con Annalisa Minetti e sempre nello stesso anno realizza il singolo “Lugano Addio” (cover del brano di Ivan Graziani) per Michele Pecora. Sempre nel 2006 suona al festival di Musicultura con Roberto Kunstler e inizia a collaborare con Maurizio Galli (bassista della Mannoia, Zero, Baglioni e altri), Massimo Fumanti (chitarrista di Zero, Salemi e altri) ed Alessandro Svampa (batterista di De Gregori)  Nel 2007 oltre a suonare nuovamente nel tour di Annalisa Minetti arrangia e realizza l'album "Faccio altro" di Michele Pecora in uscita nell'autunno dello stesso anno.
Nel 2008  realizza basi ed arrangiamenti per la trasmissione XFactor in onda su Rai Due.
Sempre nel 2008 suona nel tour invernale teatrale di Michele Pecora e ancora nel tour estivo di Annalisa Minetti.
Nel 2009 inizia la collaborazione con la Korg come programmatore musicale. Sempre nel 2009 è ancora in tour con Annalisa Minetti e suona con Ron al Premio alla Carriera di Numana insieme all’orchestra di Michele Pecora.
Nell’inverno 2009 suona e co-arrangia nel tour teatrale di Jimmy Fontana per i suoi 50 anni di carriera
Nella primavera 2010 suona nello spettacolo musicale di Barbara Cola dedicato alla musica popolare italiana e nell’estate dello stesso anno è nuovamente in Tour con Annalisa Minetti. Sempre nell’estate 2010 suona nuovamente in alcuni concerti di Ron.
Nell’estate 2011 parallelamente al tour di Annalisa Minetti suona anche nel tour di Roberta Faccani, cantante dei Matia Bazar.
Nel 2012 è sempre in Tour con Annalisa Minetti. Nello stesso anno inzia la collaborazione con Roland Japan e Roland UK.
2013 Annalisa Minetti Tour
Nel 2014 e 2015 è sempre in tour con Annalisa Minetti e realizza per lei il singolo L’amore non cambia
Nello stesso periodo suona con Wendy Lewis, Loretta Grace e David Blank in alcuni club italiani

EDOARDO PETRACCI
classe 1992, è un contrabbassista e bassista elettrico.
Si avvicina alla musica in giovane età: ad otto anni inizia a studiare pianoforte per poi, pochi anni dopo, intraprendere lo studio del basso elettrico da autodidatta. Si iscrive al corso di contrabbasso classico presso il Conservatorio di Musica “G.B. Pergolesi” di Fermo dove nel 2016 si diploma con il massimo dei voti sotto la guida del Maestro Silvio Bruni. 
Parallelamente agli studi classici si avvicina allo studio del jazz sia con il basso elettrico che con il contrabbasso dapprima con il M.° Gabriele Pesaresi, poi con il bassista elettrico e contrabbassista Dario Deidda, con il quale studia dal 2012.
Durante gli anni di studio frequenta workshop (Fara Summer School 2012, Roma Summer Jazz Workshop 2015) e clinics che gli permettono di studiare con musicisti del calibro di Billy Hart, Ares Tavolazzi, Peter Bernstein, Gregory Hutchinson, Aaron Goldberg, Jonathan Kreisberg, Fabio Zeppetella, Stefano Bedetti, Fabrizio Sferra, Max Ionata, Will Vinson, Orlando Le Fleming, Chichiro Yamanaka, Elisabetta Antonini, Sara Della Porta, Susanna Stivali, Ramberto Ciammarughi, etc.
Si esibisce in Italia ed all’estero (Norvegia, Emirati Arabi Uniti, Thailandia) suonando con varie formazioni in vari club e festival (Umbria Jazz, Macerata Jazz, Piacenza Jazz Fest, Sant'Elpidio Jazz Festival, Premio Internazionale Massimo Urbani, Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma, Festival dei Due Mondi, Musicultura  etc.).
Ha suonato con importanti musicisti italiani: Fabrizio Bosso, Fulvio Sigurtà, Luca Aquino, Simone La Maida, Massimo Morganti, Massimo Manzi, Filiberto Palermini.
Ha inoltre collaborato con alcuni artisti appartenenti al mondo dello spettacolo e del pop: Paola Folli, Malika Ayane, Max Paiella, Teo Teocoli, Emanuela Aureli, Opera Pop.
Nel 2018 vince, insieme ad Alberto Napolioni, Luca Cingolani e Leonardo Rosselli, il primo premio nella categoria jazz del Premio Carlo Gargioni con una sua composizione originale.

SABATINO MATTEUCCI
Nato a Teramo nel 1975, a 6 anni comincia a studiare la fisarmonica  e nel  1983 vince il suo primo concorso a Recanati.
Venendo da una famiglia dove tutti suonano uno strumento a fiato inizia  anche lui a suonare uno strumento a fiato. Intraprende gli studi  classici frequentando il corso di oboe presso il liceo musicale G.Braga di Teramo sotto la guida del M° A. Baccini, contemporaneamente inizia a studiare il sassofono come autodidatta. All’età di 16 anni inizia ad avere le prime esperienze professionali con “ L’orchestra di fiati abruzzese” diretta dal M° A. Imparato.
Nei primi anni ‘90, avvicinandosi al jazz, inizia a frequentare il corso di sassofono presso “L’ Università della musica” di ROMA studiando con S.Satta, U.Fiorentino etc. , successivamente i corsi invernali  e i  corsi estivi di “SIENA JAZZ” studiando con : S. Cantini, G. Trovesi, P. Tomolo, E. Colombo, P. Fresu, D. Rea, E. Rava.
Durante questi anni partecipa anche ad alcune clinics tra cui quella tenuta dal sassofonista  americano Georg Garzone a Terni.
Nel ‘94 inizia ad esibirsi con il  gruppo “Arancia Meccanica “(un quartetto che spazia  tra sonorità tipiche del funk a quelle della fusion) . Il gruppo vince il concorso “suoni dal sottosuolo” nel ’96, per poi  incidere  un disco con brani di loro composizione che uscirà nel ‘97 per la “BESS RECORDS”. Durante questi anni sono numerosi i concerti nei clubs e rassegne; altrettanto numerose sono le collaborazioni trasversali al loro genere e linguaggio musicale: come quella con il cantautore Pierluigi De Luca, con il quale ha inciso il disco (Il prezzo delle cose), e in spettacoli teatrali (“Gabareggae” insieme  al  comico di “Zelig” Gianni Cinelli in arte “gangiaman” nel 2007). Trasferitosi a Roma inizia la sua esperienza  musicale col gruppo multi etnico  KISITO’. Sono tantissimi i concerti sia in tutta Italia che all’estero.  Con i Kisitò incide un disco, dal titolo “M’BOLLO”(pace): disco che verrà distribuito in  Italia, Senegal  e Francia  e inoltre  partecipa   anche al  video del singolo  “Talibe” (brano contro la schiavitù dei bambini africani) tratto dal cd . Oltre alle esibizioni con gruppi di combo che vanno dal quintetto al duo sono frequenti anche quelle con formazioni numerose come in Big Band. Significativa e duratura quella con l’ “Orchestra Contemporanea” diretta dal pianista Toni Fidanza e condivisa con musicisti del calibro di: Massimo Manzi ,Gianluca Esposito, Gianluca Caporale, Renzo Ruggeri, Massimo Pirone, Marco Di Natale, Luigi Candelori etc. ospitando musicisti come Gary Green e Malcolm Mortimore dei Gentle Giant, Rosario Giuliani, Tiziana Ghiglioni, Paolo Di Sabatino, Fabrizio Bosso, Maurizio Giammarco.
Ha tenuto concerti in molti clubs e rassegne: Alexander Platz -Roma- ;Le scimmie -Milano-; Barfluy –Ancona-; Cabala -Pescara-; Cotton jazz -Ascoli Piceno-, Villa Ada (Roma), Castelbasso 2001, Suoni Dai Templi (Salerno), Pianello Valtidone, Pigro 2001-2010(Teramo), Ciampino Jazz(Roma), Suoni Mediterranei(Atri), Intermnia jazz Festival(Teramo), Eufonia Jazz (Roseto), Rototom festival(Lignano), Note in ateneo (Teramo), Dolci rumori festival(pineto), Festival di Barisciano(L’aquila), Meeting del Jazz (Terni), Oh jazz be good (Mosciano), Villa Suite 2006-2008,”Teramo”,  Jazz up festival (Civitella del Tronto), Castellarte (Castelli), Bussi jazz,( Bussi) , Caleidoscopio (2009), Peperoncino Jazz Festival ecc..
Ha collaborato e suonato con musicisti come: Harvie Swartz, Stefano Micarelli, Pippo Matino, Barbara Casini, Massimo Manzi, Stefano Sabatini, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Jenny B, Maurizio Gaiammarco, Toni Esposito, Francesco Puglisi, Tony Cattano, Francesco Petreni, Robert Feraza, Luca Capitani, Michele Di Toro, Luca Pirozzi, Karl Potter, Vito Di Modugno, Marco Di Battista, Ramberto Ciammarughi, Claudio Corvini, Angelo Canelli, Michele Ascolese, Arancia Meccanica, Orchestra Contemporanea, Kisito’, Luca De Nuzzo, Roberto Ciotti, Mark Hanne, Crystal White, Derek Wilson, Mario Schiliro’, Loredana Berte’, Eugenio Finardi, Siria, Pappalardo, Q.Beta, Omnia Mundi, Baba Sissoko, Filippo Graziani, A Gwiss, L.E.D, The Fast Runner, Awa Ly, Teo Ciavarella, Linda Valori, Mala Waldron, Joyce E. Yuille etc.
Ha tenuto concerti in Francia, Norvegia, Germania, Polonia.
Ha inciso 27 dischi come “side man” di cui 3 per la “IRMA RECORDS” (Sony)  e 1 a suo nome : “Stanky ma funky” per la Wide Sound distribuito da IRD con F.Bosso- S.Micarelli- P.Matino etc.

Track List

1 - Family Portrait
2 - Infinito
3 - Partenze
4 - Intimità
5 - Nastine
6 - Teratango
7 - Prospettive Diverse
8 - Don Carluccio
9 - Via Virgilio
10 - Doppia Faccia
11 - Dolce Sentire

All compositions by Edoardo Petracci (Dodicilune edizioni) except 2, 6, 7, 10 by Sabatino Matteucci, 11 by Riz Ortolani. Arrangements by Edoardo Petracci except 3, 8, 10 by Massimo Morganti, Edoardo Petracci

Personnel

Edoardo Petracci - double bass, electric bass
Sabatino Matteucci - soprano, alto, tenor sax
Massimo Saccutelli - piano, rhodes
Luca Cingolani - drums

ospiti
Fabrizio Bosso - trumpet (3, 8, 10)
Massimo Morganti - trombone (7, 8) 

Recording Data

Total time 75:05 STEREO DDD
p 2018 DODICILUNE (Italy)
c 2018 DODICILUNE (Italy)
www.dodicilune.it
CD DODICILUNE DISCHI Ed407
8033309694078

Produced by Edoardo Petracci, Sabatino Matteucci, Massimo Saccutelli, Luca Cingolani
and Gabriele Rampino for Dodicilune edizioni, Italy. Artistic production by Edoardo Petracci
Label manager Maurizio Bizzochetti (www.dodicilune.it)
Recorded 12, 13, 14 April and 17 October 2017 at Arts Factory Teramo, Italy
Mixed and mastered 18, 19 October 2017 at Arts Factory Teramo, Italy
Sound engineer Flavio Pistilli
Cover/back painting by Iolanda Canale
Photos by Luca Gianfelice, Maurizio Machella (for Massimo Morganti)
Contact: www.edoardopetracci.com, info@edoardopetracci.com
A project in collaboration with Associazione Culturale Musicamdo
Edoardo Petracci plays with Proamp ampflifiers
Luca Cingolani plays with Vic Firth drum sticks, Paiste cymbals, Evans heads

“Un sentito ringraziamento a Flavio Pistilli, la sua meticolosità, professionalità e pazienza sono state fondamentali. Grazie a Massimo Morganti, per la musica, l’aiuto negli arrangiamenti e le sue preziose idee. Grazie a Fabrizio Bosso, che con la sua musica ha reso ancora più speciale la nostra. Grazie a Ferruccio Spinetti, per le sue bellissime note di copertina. Grazie ad Ambra, alle nostre famiglie, ognuna per aver aiutato a modo suo la creazione di questo disco.” Edoardo, Sabatino, Massimo e Luca
“Vorrei ringraziare personalmente Ferruccio per i tanti e utili consigli datimi;
Anastasia per il costante aiuto e supporto e per credere in me giorno dopo giorno;
infine grazie a tutta la mia famiglia, per la forza, per il coraggio,
per il loro fantastico quotidiano ‘Family Portrait’.” Edoardo

More Albums From Dodicilune