Artist: Francesco Fiorenzani     Album: Silent Water     Label: Auand     Code: AU9072

Silent Water

  • Silent Water

  • Francesco Fiorenzani

  • 12 January 2018

  • AU9072

  • 8031697907220

  • Jazzos, Auand

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 680

  • Today views : 1

  • Created on : 12 December 2017

  • Total songs : 7

  • Total comments : 0

  • From: Auand

Press Release

Il chitarrista e compositore Francesco Fiorenzani pubblicherà il suo album d’esordio Silent Water il 12 gennaio per l’etichetta Auand (distribuzione Goodfellas). Fiorenzani è alla guida di un quintetto composto da Achille Succi (sax alto/clarinetto basso), Luca Sguera (pianoforte), Francesco Ponticelli (contrabbasso) e Bernardo Guerra (batteria).
La scelta dei membri del gruppo è stata motivata dalla loro esperienza e dalle affinità musicali riscontrate con Fiorenzani. Achille Succi vanta una lunga carriera di collaborazioni e lavori brillanti, ma è stata la sua ‘voce’ ineguagliabile a rendersi una costante fonte di ispirazione indispensabile per la trama imbastita da Fiorenzani. L’incontro con Luca Sguera è avvenuto da studenti all’interno della Siena Jazz University. E’ un giovane pianista molto promettente, dotato di una sensibilità rara per i timbri e i respiri nella musica che l’hanno reso sapiente nel dialogo con la chitarra. Francesco Ponticelli al contrabbasso, rappresenta per Fiorenzani l’ideale di bassista: background musicale aperto a 360 gradi ed estremamente dotato di solidità strumentale ma soprattutto di immaginazione. Infine Bernardo Guerra alla batteria, anche lui giovane ma ormai lanciato nel panorama jazz italiano, un musicista di sostanza che sempre mette le proprie idee al servizio della musica.
Il progetto nasce nel 2016 e la vittoria del concorso per giovani compositori sponsorizzato dall’U.N.C.L.A. e dal Ministero della Cultura Italiana, ha contribuito alla sua uscita discografica.  
Il repertorio è composto esclusivamente da brani originali composti da Fiorenzani, dove emergono le influenze che hanno segnato la sua personalità nell’iniziare questo percorso. Il jazz è certamente il linguaggio a cui le composizioni fanno riferimento, soprattutto nell’intenzione ritmica e nello sviluppo formale del repertorio.
Sono inoltre chiare le influenze  provenienti della scena newyorkese dagli anni ’90 ad oggi, dove l’ispirazione arriva dai lavori di artisti come Kurt Rosenwinkel, David Binney e Ambrose Akinmusire.
Il risultato è una musica che trova un’equilibrata sintesi tra melodie orecchiabili ma raffinate e una costruzione sapiente di armonie ad esse legate simmetricamente.

www.facebook.com/francesco.fiorenzani
auand.com

Biografia

Nato a Siena il 24/12/1989 inizia lo studio della chitarra all’eta di 18 anni presso la scuola Diapason di Siena con il maestro Paolo Loppi. In questo periodo ha modo di conoscere e approfondire alcuni stili, su tutti il Blues ed il Rock.
Nel 2010, sempre con il maestro Loppi, ottiene con successo il diploma presso la “Modern Guitar Academy” con la valutazione di 30/30 e lode.
Conclude la sua prima esperienza nel mondo del rock seguendo alcune master class tenute da Robben Ford, Scott Henderson, Guthrie Govan. Sempre nello stesso anno si iscrive al “ Siena Jazz” iniziando questo percorso dapprima con il maestro Giulio Stracciati ed in seguito con Roberto Nannetti.
Qua ha modo di studiare ed approfondire la conoscenza non solo dello strumento ma della musica in generale, seguendo corsi di teoria, armonia, ear training, pianoforte, arrangiamento e composizione. Grazie all’incontro con il maestro Nannetti ha anche approfondito lo studio della chitarra classica.
Durante questi anni inizia a suonare dal vivo con formazioni che variano dal trio al quintetto, con alcuni dei maestri incontrati nella struttura di Siena Jazz come Franco Fabbrini, Mirco Mariottini e Alessandro Giachero.
Nel 2012/2013 si iscrive al corso di laurea di chitarra jazz di Siena Jazz dove conosce quello che sarà il suo maestro per i successivi tre anni, Roberto Cecchetto, il riferimento italiano per la chitarra jazz.
Durante il primo anno viene selezionato per partecipare ad uno scambio con il “Conservatoire National Supèrieur de Musique et de Danse de Paris”, dove segue corsi di musica d’insieme con i docenti Riccardo Del Fra e Glenn Ferris, concludendo questa esperienza con un concerto all’ “Istituto Italiano di Cultura” che vede la partecipazione del maestro Achille Succi.
Nel frattempo inizia a lavorare stabilmente in varie formazioni esibendosi in numerosi club in Toscana tra i quali UNTUBO a Siena, NOF e Citè a Firenze, Sottobosco a Pisa, Isola del giglio per un festival organizzato da Flavio Boltro, JazzIt Fest a Collescipoli, e molti altri.
Nell’estate del 2013 e del 2015 partecipa ai prestigiosi seminari estivi di Siena Jazz dove ha modo di studiare e suonare con alcuni dei musicisti più importanti a livello internazionale, tra i quali Lionel Loueke, Steve Cardenas, Ambrose Akinmusire, Avishai Cohen, Aaron Goldberg, Ruben Rogers, Nir Felder, Mark Turner, Eric Harland, John Taylor, Matt Penman, David Binney, Franco D’Andrea, Claudio Fasoli, Miguel Zenon, Ettore Fioravanti, Roberto Gatto, Micheal Blake, Joel Frahm, Tomaso Lama, Mauro Negri, Stefano Battaglia.
Viene selezionato per far parte della Siena Jazz Orchestra diretta dal maestro Roberto Spadoni che si esibisce nello stesso anno per il concerto di apertura dei seminari estivi di Siena jazz in piazza Duomo a Siena.
Inizia a seguire, parallelamente al corso di laurea, lezioni private di pianoforte con il maestro Alessandro Giachero.
Nel semestre Febbraio-Luglio 2015 partecipa al progetto Erasmus vincendo una borsa di studio per seguire i corsi presso l’Istituto Codarts di Rotterdam.
Oltre a studiare chitarra con i maestri Ed Vheroeff e Reineer Baas, gli viene chiesto subito di esibirsi per il JazzDag International durante un meeting di scuole europee diretto dal sassofonista Ben Van Den Dungen e con il batterista Mark Schilders, il contrabbassista inglese Loz Garratt e la cantante Camilla Battaglia.
Nell’inverno seguente continua ad esibirsi con artisti italiani e non come David Binney, Simone Graziano, Andrea Lombardini, Phil Mer, Andrea Grillini, Silvia Bolognesi, Alfonso Santimone, Maurizio Giammarco, Bernardo Guerra, Paolo Porta, Camilla Battaglia, in varie località italiane tra cui ParmaJazz Frontiere, il Torrione di Ferrara, Lume a Milano, Trento, Bologna e molte altre.
Nell’aprile dello stesso anno consegue il diploma di primo livello (laurea triennale) in chitarra jazz con la valutazione di 110/110 e lode, con una tesi sul duo chitarra / pianoforte dalla musica classica al jazz, accompagnato al piano da Francesco Orio e seguito dai maestri Roberto Cecchetto e Stefano Battaglia.
Oltre ad esibirsi stabilmente con il suo quintetto, collabora spesso con la cantante Camilla Battaglia, considerata una delle voci più interessanti del jazz contemporaneo, e che partecipa alla registrazione cantando in un brano (traccia n. 6).
Entra a far parte inoltre dei BlueRing Improvisers, un collettivo di musica improvvisata con il quale si esibisce regolarmente e della relativa orchestra, diretta da Tobia Bondesan, reduce dalla sessione in studio del primo lavoro che uscirà nel 2018.
Nell’arco degli ultimi due anni accumula esperienze anche nell’insegnamento, dapprima tenendo lezioni private sia di chitarra che di armonia e teoria, e poi collaborando con il Liceo Musicale Enea Silvio Piccolomini di Siena, dove, assieme al presidente del Siena Jazz Franco Caroni, tiene alcune lezioni sull’arte dell’improvvisazione.
A Settembre 2016 viene insignito di una borsa di studio per giovani compositori, istituita dall’U.N.C.L.A (e Nazionale Compositori e Librettisti) che gli permetterà di registrare il suo primo disco.
Ad Aprile 2017 viene invitato per una residenza artistica di una settimana presso la località di Bisceglie (BT), organizzata dall’importante etichetta discografica “Auand”, assieme a molti musicisti di spessore del jazz italiano tra i quali Giancarlo Tossani, Gaetano Partipilo, Alfonso Santimone, Piero Bittolo Bon, Francesco Diodati, Simone Graziano, Enrico Morello, Stefano Risso, Marcello Giannini, Mirko Signorile, Camilla Battaglia, Filippo Vignato, Francesco Ponticelli, Matteo Bortone.
Da Gennaio 2017 inizia a lavorare in quartetto con Francesco Orio al pianoforte, già vincitore del premio “Gaslini" e del premio “Bettinardi”, Andrea Grossi al contrabbasso ed Andrea Beninati alla batteria, al fine di registrare un disco commissionato dall’etichetta NAU Records.


ENGLISH


Guitarist and composer Francesco Fiorenzani will release his debut album Silent Water on January 12th for Auand Records. Fiorenzani is leading a quintet composed by Achille Succi (alto sax / bass clarinet), Luca Sguera (piano), Francesco Ponticelli (double bass) and Bernardo Guerra (drums).
The choice of the members was motivated by their experience and musical affinities in common with Fiorenzani. Achille Succi boasts a long career of collaborations and brilliant works, but it has been his unparalleled "voice" to make himself a constant source of inspiration, indispensable for the plot set by Fiorenzani. The meeting with Luca Sguera took place as students of Siena Jazz University. He is a very promising young pianist, endowed with a rare sensitivity that made him skilled in his dialogue with the guitar. Francesco Ponticelli on double bass, represents the ideal bassist: musical background wide open, extremely gifted with instrumental solidity. Bernardo Guerra on drums is young and launched in the Italian jazz scene, a musician of substance that always puts his ideas at the service of music.
The project was born in 2016 and the competition for young composers sponsored by U.N.C.L.A. and the Italian Ministry of Culture contributed to this record release.
The repertoire is composed exclusively of original pieces composed by Fiorenzani, where the influences that marked his personality emerge through this first step in his musical career. Jazz is certainly the language to which the compositions refer, above all in the rhythmic intention and in the formal development of the repertoire. The influences from the New York scene from the 1990s to nowadays are also clear, where inspiration comes from the works of artists such as Kurt Rosenwinkel, David Binney and Ambrose Akinmusire. The result is a music that finds a balanced synthesis between catchy but refined melodies and a skillful construction of harmonies linked symmetrically to them.

www.facebook.com/francesco.fiorenzani
auand.com

Biography

Born in Siena on 12/24/1989 he began studying guitar at the age of 18 at the Diapason school in Siena with Paolo Loppi. During this period he had the opportunity to know and deepen styles like blues and rock.
In 2010 he successfully obtained the diploma at the "Modern Guitar Academy” with the evaluation of 30/30 cum laude.
He also attended some master classes held by Robben Ford, Scott Henderson, Guthrie Govan. Right after he enrolled at Siena Jazz studying with Giulio Stracciati and later with Roberto Nannetti.
At Siena Jazz Fiorenzani studied and deepened the knowledge of music in general, following courses in theory, harmony, ear training, piano, arrangement, easter rhythmic techniques and composition. Thanks to Roberto Nannetti he also deepened the study of classical guitar.
During these years he began to play live with bands ranging from trio to quintet, with some school teachers as Franco Fabbrini, Mirco Mariottini and Alessandro Giachero.
In 2012/2013 he enrolled in the jazz bachelor degree program at Siena Jazz where he studied with Roberto Cecchetto, the Italian reference for jazz guitar.
During the first year he was selected to take part in an exchange with the "Conservatoire National Superieur de Musique et de Danse de Paris", where he attended courses of ensemble music with Riccardo Del Fra and Glenn Ferris concluding this experience with a concert at the "Italian Institute of Culture" with Achille Succi as coaching teacher.
In the meantime he started working permanently in various bands with which he performed in numerous clubs in Tuscany, including UNTUBO in Siena, NOF and Citè in Florence, Sottobosco in Pisa, Isola del Giglio for a festival organized by Flavio Boltro, JazzIt Fest in Collescipoli, and many others.
In 2013 and 2015 he attended the prestigious summer campus at Siena Jazz, where he had the opportunity to study and play with some of the most influent international musicians, including Lionel Loueke, Steve Cardenas, Ambrose Akinmusire, Avishai Cohen, Aaron Goldberg, Ruben Rogers, Nir Felder, Mark Turner, Eric Harland, John Taylor, Matt Penman, David Binney, Franco D'Andrea, Claudio Fasoli, Miguel Zenon, Ettore Fioravanti, Roberto Gatto, Michael Blake, Joel Frahm, Tomaso Lama, Mauro Negri, Stefano Battaglia.
He was selected to be part of the Siena Jazz Orchestra conducted by Roberto Spadoni, opening the Siena jazz summer workshop at Piazza Duomo in Siena.
In the semester February-July 2015, he attended the Codarts Institute in Rotterdam  right before the bachelor degree.
There he studied guitar with Ed Vheroeff and Reineer Baas and he has been asked to perform for JazzDag International during a meeting between European schools lead by saxophonist Ben Van Den Dungen with drummer Mark Schilders, Italian vocalist Camilla Battaglia and English bass player Loz Garratt.
In the following years he performed with artists like David Binney, Simone Graziano, Andrea Lombardini, Phil Mer, Andrea Grillini, Silvia Bolognesi, Alfonso Santimone, Maurizio Giammarco, Bernardo Guerra, Paolo Porta, Camilla Battaglia in various Italian clubs and festivals as ParmaJazz Frontiere, il Torrione di Ferrara, Lume in Milan, Trento, Bologna and many others.
In 2016 he obtained the Bachelor's degree in jazz guitar with 110/110 cum laude with a thesis on the piano / guitar duets from classical music to jazz, accompanied on piano by Francesco Orio. Roberto Cecchetto and Stefano Battaglia coached the performance and research.
He also often collaborates with the singer Camilla Battaglia, considered a leading voice of contemporary jazz and she is also singing a tune (track n. 6) in the album.
In 2015 he joined the BlueRing Improvisers, a collective of improvised music, with which he also recorded an album that will be released in 2018 for a German label.
Over the last two years he also accumulates teaching experience, giving private lessons and then collaborating with Enea Silvio Piccolomini High School in Siena where he held workshops on the art of improvisation
In April 2017 he was invited for a week-long artistic residence in Bisceglie (BT), organized by "Auand" record label, along with some of the most active musicians of the Italian jazz scene including Giancarlo Tossani, Gaetano Partipilo, Alfonso Santimone, Piero Bittolo Bon, Francesco Diodati, Simone Graziano, Enrico Morello, Stefano Risso, Marcello Giannini, Mirko Signorile, Camilla Battaglia, Filippo Vignato, Francesco Ponticelli, Matteo Bortone.
In January 2017 he began working with the quartet led by Francesco Orio on piano (winner of the "Gaslini" prize and of the "Bettinardi" award) with Andrea Grossi on double bass and Andrea Beninati on drums, in order to record an album for NAU Records.

Track List

01 From Now On
02 Six Degrees Of Separation
03 Major Tom
04 Madiba's World
05 Oslo
06 A Son Never Forgets
07 The Saviour

Personnel

Francesco Fiorenzani guitar
Achille Succi alto sax, bass clarinet
Luca Sguera piano, keyboards
Francesco Ponticelli duoble bass
Bernardo Guerra drums
Camilla Battaglia voice on #6

Recording Data

Produced by Francesco Fiorenzani
Executive Producer: Marco Valente
Recorded at Entropya Studio, Perugia – Italy on May 22-24, 2017
Engineer: Gabriele Ballabio and Stefano Bechini
Cover Photo: Ester Scapini

More Albums From Auand