Artist: ANNA GARANO     Album: LESSNESS     Label: Dodicilune     Code: ED337

LESSNESS

  • LESSNESS

  • ANNA GARANO

  • 19 December 2014

  • ED337

  • 8033309693378

  • Dodicilune

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 2901

  • Today views : 1

  • Created on : 11 December 2014

  • Total songs : 14

  • Total comments : 0

  • From: Dodicilune

Press Release

Venerdì 19 dicembre esce in Italia e all'estero distribuito da IRD e nei migliori store digitali, Lessness, nuovo progetto discografico della chitarrista triestina Anna Garano, prodotto dall'etichetta salentina Dodicilune.

Lessness è un disco scarno, in cui i silenzi spesso dicono più delle note stesse. La chitarra è sola o al più dialoga con un altro strumento, sempre senza il supporto confortante di una base ritmica. Nove brani originali della compositrice e chitarrista, due tradizionali Yiddish e due Sephardic e la rilettura di Hashul di John Zorn. La chitarra flamenca di Anna Garano (, sottolinea) è affiancata dalla tromba di Flavio Davanzo (in "Aletis"), dalle chitarre di Marc Ribot (in "Imagine (si ceci cessati), Golden Wings e Il tempo delle rane), dal clarinetto basso di Doug Wieselman (in Avre tu puerta cerrada) e dalla voce di Anaïs Tekerian (in La rosa enflorece).

<Lessness è un vocabolo coniato da Samuel Beckett (titolo di un suo brano in prosa) che mi ha ammaliato per la sua efficacia nell’esprimere l’assenza in sé: “l’assenza allo stato puro. (…) Mescolanza di privazione e d’infinito, vacuità sinonimo di apoteosi” (E.M. Cioran, Esercizi di ammirazione)>, precisa la chitarrista. <Usato in relazione alla musica del mio cd, apre a diverse interpretazioni, di carattere musicale e emozionale. Il cd riflette in parte la mia esperienza newyorkese degli scorsi anni: accanto ai brani originali, vi sono alcuni miei arrangiamenti concepiti per musicisti con cui ho avuto la fortuna di suonare in questo periodo>.

Lessness is a word coined by Samuel Beckett (a title of one of his prose works) which fascinated me for its capacity to express absence per se: “absence in the pure state(...) A mixture of privation and infinity, a vacuity synonymous with apotheosis” (E.M. Cioran). Used in relation to the music on this CD it is open to various interpretations, musical and emotional. The guitar is alone or at most in dialogue with another instrument, always, even in the most animated pieces, without the comforting support of a rhythmical base. The CD partially reflects my recent New York experience. Alongside the original pieces, there are some arrangements conceived for musicians with whom I've had the luck of playing during this period, and the reinterpretation of a John Zorn tune.
Throughout the CD I am playing my beloved “Manuel Bellido” Flamenco guitar, mostly played here with non-Flamenco technique. Thanks to Marc Ribot, Flavio Davanzo, Anaïs Tekerian and Doug Wieselman for generously offering their art to this project.

 
Anna Garano è nata a Udine da madre triestina-slovena e padre siciliano. Si è diplomata in chitarra al Conservatorio Tartini di Trieste dove ha studiato con Bruno Tonazzi e Pierluigi Corona. La sua prima attività concertistica avviene nell'ambito della musica classica, in formazioni da camera quali il duo chitarristico, il duo flauto-chitarra, il trio flauto-viola-chitarra, il quartetto di chitarre. Dopo aver conseguito la Laurea in Lettere e Filosofia con tesi sulla musica elettronica, scopre e studia, presso l'Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparatati di Venezia, le tradizioni musicali extraeuropee, in particolare la musica indiana e araba. Successivamente si reca in Spagna per studiare la chitarra flamenca; uno studio che proseguirà per diversi anni sotto la guida di maestri quali Paco Serrano, Manolo Franco, Antonio Heredia, Emilio Maya, Josè Luìs Balao, Manolo Sanlucar e in particolare Paco Peña. Allo scopo di seguire il suo insegnamento si trasferisce in Olanda e frequenta il corso di chitarra flamenca tenuto da Paco Peña al Conservatorio di Rotterdam. In Olanda inizia a suonare la propria musica in ensemble di stampo world music, collaborando con musicisti di varia estrazione. Nel 1999 fonda il gruppo Por los Caminos Flamencos, un gruppo di musica e ballo flamenco con cui suona in Italia e all'estero. Anna Garano si esibisce anche come solista e ha inciso per la Rai e per Radio Capodistria, due emittenti radiofoniche per le quali ha anche realizzato numerosi programmi a carattere musicale. Ha inciso nel 2004 l'album Sombra in duo con il contrabassista Massimiliano Forza. Nel 2007 scrive le musiche di Come il re di un paese piovoso; cd dedicato ai poeti "maledetti" , inciso in trio insieme alla cantante Alessandra Chiurco e al trombettista Flavio Davanzo. Nel 2008 crea il gruppo Life is elsewhere, con la cantante armena Karina Oganjan e il percussionista sloveno Blaz Celarec, il cui repertorio comprende musica armena, ebraica e gitana arrangiata da Anna Garano. Dal 2010 lavora con la cantante Alessandra Franco, e registra il cd Gioco a nascondere nel 2011. Nel 2012 si trasferisce a New York dove collabora e si esibisce con diversi musicisti (Anais Tekerian, Doug Wieselman, Marc Ribot, Marco Cappelli, Ned Rothenberg, Shane Shanahan, Michela Musolino). In particolare con la cantante Anais Tekerian riprende e rielabora il progetto armeno-flamenco (che si chiama ora semplicemente “Elsewhere”), di cui è in preparazione un cd. Attualmente vive tra New York e Trieste.

L’etichetta salentina Dodicilune è attiva dal 1996 e riconosciuta dal Jazzit Award tra le prime tre etichette discografiche italiane (dati 2010/2013). Dispone di un catalogo di oltre 150 produzioni di artisti italiani e stranieri, ed è distribuita in Italia e all'estero da IRD presso 400 punti vendita tra negozi di dischi, Feltrinelli, Fnac, Ricordi, Messaggerie, Melbookstore. I dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online (Amazon, Ibs, LaFeltrinelli, Jazzos) o scaricati in formato liquido su 56 tra le maggiori piattaforme del mondo (iTunes, Napster, Fnacmusic, Virginmega, Deezer, eMusic, RossoAlice, LastFm, Amazon, etc). www.dodiciluneshop.it

Dodicilune - Edizioni Discografiche & Musicali
Via Ferecide Siro 1/E - Lecce
Tel: 0832.091231
Mail: info@dodiciluneshop.it - press@dodicilune.it

Ufficio stampa Dodicilune
Società Cooperativa Coolclub
Piazza Baglivi 10, Lecce
Tel: 0832303707
Mobile:  3394313397 - Mail: ufficiostampa@coolclub.it 

Track List

1 - Imagine (si ceci cessait)
2 -  Mantos Negros I
3 - Mantos Negros II
4 - Mantos Negros III
5 - Golden Wings
6 - Dance
7 - La Rosa Enflorece
8 - Avre Tu Puerta Cerrada
9 - Hashul
10 - Il Tempo delle Rane
11 - Lessness I
12 - Lessness II
13 - Aletis
14 - Pack up the Moon (to Mitja)

Personnel

Anna Garano - chitarra
Marc Ribot - chitarra (1, 5, 10)
Flavio Davanzo - tromba (13)
Anaïs Tekerian - voce (7)
Doug Wieselman - clarinetto basso (8)

Recording Data

Produced by Anna Garano and Gabriele Rampino for Dodicilune edizioni, Italy
Label manager Maurizio Bizzochetti, (www.dodicilune.it) 
Recorded Dicember 2013 - January 2014 by Stefano Amerio at Artesuono, Cavalicco (Ud), Italy except tracks 1, 7 and partially tracks 5, 8, 10 recorded by François Lardeau and Ryan Kelly (track 7) at  Thur's Studio, Brooklyn (Ny), Usa
Mixed and mastered January 2014 by Stefano Amerio at Artesuono, Cavalicco (Ud), Italy
Photos by Paolo Bruno except back-cover photo by Roberto Bilucaglia
Contact: anna.garano@libero.it
Sponsored by Challenge Learning

More Albums From Dodicilune