xxx

Artist: DONATO FUMAROLA     Album: IL SOGNO DI VINCENZO     Label: Dodicilune     Code: WYS453

IL SOGNO DI VINCENZO

  • IL SOGNO DI VINCENZO

  • DONATO FUMAROLA

  • 28 April 2014

  • WYS453

  • 8033309694535

  • Dodicilune

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 3296

  • Today views : 3

  • Created on : 23 April 2014

  • Total songs : 10

  • Total comments : 0

  • From: Dodicilune

Press Release

Esce lunedì 28 aprile Il sogno di Vincenzo, nuovo progetto discografico di Donato Fumarola prodotto da WysWyg, linea editoriale dell’etichetta Dodicilune e distribuito in Italia, all’estero da Ird e sulle 56 maggiori piattaforme digitali presenti in 80 paesi del mondo. 

Dieci brani inediti alla ricerca di una terra e di un’identità composti dal musicista pugliese che prosegue idealmente il lavoro svolto dallo zio Martino. Lo studioso, infatti, per circa trent’anni era andato alla ricerca delle origini della Diana. Si tratta di una nenia suonata nel borgo di Locorotondo, in Puglia, per cullare i sogni dei suoi abitanti al passaggio fra la notte di ferragosto e il giorno di San Rocco, in cui si soleva aspettare sulle porte i musicisti e accompagnarli in giro per le strade fino all’alba. Autore, secondo le ricerche condotte, pare sia Vincenzo Calella, compositore dell’800 in buona parte dimenticato, di cui è stato ritrovato solo uno spartito originale. “Ecco che il sogno di Vincenzo, diventato poi il sogno di Martino, è ora il mio, un lungo sogno in cui la madre Diana si solleva dai vicoletti del paese sulla mia terra, alla ricerca del mattino”, sottolinea il musicista. 

Un sogno nel quale Fumarola (piano e composizione) è affiancato da Camillo Pace (basso), Saverio Petruzzellis (batteria), Gaetano Simone (violoncello), Nicola Puntillo (clarinetto basso), Francesco Galizia (accordion), Roberto Lacarbonara (voce recitante) e Vertere String Quartet (ensemble composto da Giuseppe Amatulli e Rita Paglionico – violini, Domenico Mastro - viola, Giovanna Buccarella – violoncello). 

Il disco si apre con Mater Diana, variazione afro della Diana, che evidenzia la sua anima segreta, mediterranea, e prosegue con Lamia antiqua, Popular Landscape, nel quale il compositore ripercorre i luoghi dell’infanzia tra la campagna e il centro storico di Locorotondo, Marziolla Mood, dedicata al più vecchio trullo pugliese, 'A Quarantène, una vecchia pupazza di sgraziate fattezze‚ appesa in alto fra i tetti del borgo durante la Quaresima, La Casella di Mastro Totònno, Song for Martino, dedicata allo zio “per avermi insegnato sin da bambino ad ascoltare, per il suo entusiasmo contagioso e per il modo in cui sapeva meravigliarsi, sempre, del mondo”, La Neviera del Barone, ispirata alle neviere, luoghi sotterranei, molto profondi, scavati nella roccia o costruiti in pietra lavica e malta, nei quali si ammassava la neve per produrre ghiaccio da utilizzare soprattutto l’estate. Chiudono il lavoro discografico Chjuòve, un reading su testo di Antonio Lillo con la voce recitante di Roberto Lacarbonara, e la title track sul sogno che ispirò Vincenzo Calella nella composizione di quell’unica melodia che lo rese celebre agli occhi dei suoi compaesani.

Donato Fumarola, originario di Locorotondo, in provincia di Bari, è diplomato in pianoforte, musica jazz e didattica della musica presso i conservatori di Matera e Monopoli. Nella sua lunga carriera ha collezionato numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali perfezionando lo studio della musica classica e contemporanea prima di approdare all’improvvisazione e spaziando dalla musica gospel alla sonorizzazione di film muti. Numerose composizioni sono state eseguite in recital, festival e rassegne musicali nazionali. 

Wysiwyg - What You See Is What You Get ("quello che vedi è quello che ottieni"), ovvero la musica senza artifici, viva, diretta, immediata, senza trucchi e tagliaincolla. Senza artifici. La genuinità dell'esecuzione, la forza emotiva dell'unplugged, dell'estemporaneità del live, dell'here and now. Una linea editoriale che privilegia l'emozione, che garantisce la piena corrispondenza tra quello che ascoltiamo, in qualsiasi contesto, dal concerto alla musica di strada, alla musica sociale e applicata (matrimoni, funerali, cerimoniali, eventi), ai buskers e alla musica da metropolitana, e il prodotto discografico, troppo spesso freddo e innaturale. Spazio dunque alla verità, ad un realismo popolare e per questo nobile e “alto”.

Dodicilune è attiva dal 1996 e riconosciuta dal Jazzit Award tra le prime tre etichette discografiche italiane (dati 2010/2013). Dispone di un catalogo di oltre 150 produzioni di artisti italiani e stranieri, ed è distribuita in Italia e all'estero da IRD presso 400 punti vendita tra negozi di dischi, Feltrinelli, Fnac, Ricordi, Messaggerie, Melbookstore. I dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online (Amazon, Ibs, LaFeltrinelli, Jazzos) o scaricati in formato liquido su 56 tra le maggiori piattaforme del mondo (iTunes, Napster, Fnacmusic, Virginmega, Deezer, eMusic, RossoAlice, LastFm, Amazon, etc). Info su www.dodiciluneshop.it

Track List

1 - Mater diana
2 - Lamia antiqua
3 - Popular landscape
4 - Marziolla mood
5 - 'A Quarantène
6 - La casella di mastro Totònno
7 - Song for Martino
8 - La neviera del barone
9 -  Chjuòve
10 - Il sogno di Vincenzo

Personnel

Donato Fumarola (piano e composizione) 
Camillo Pace (basso)
Saverio Petruzzellis (batteria)
Gaetano Simone (violoncello)
Nicola Puntillo (clarinetto basso)
Francesco Galizia (accordion)
Roberto Lacarbonara (voce recitante) 
Vertere String Quartet (Giuseppe Amatulli e Rita Paglionico – violini, Domenico Mastro – viola, Giovanna Buccarella – violoncello)

Recording Data

Registrato nel giugno/luglio 2013 presso gli studi di Officina Musicale a Castellana Grotte (tracce 1, 2, 4, 5, 9, 10) e presso gli studi di Farina Pianoforti a Ostuni (tracce 3, 6, 7 e 8).
Missaggio e masterizzazione Giuseppe Mariani
Foto di copertina: Antonio Lillo
Foto interne: Donato Fumarola, Graziana Basile, Pietro Massimo Fumarola, Don Antonio Rosato (Antros).
Progetto grafico: Roberto Lacarbonara
Produzione editoriale: Gabriele Rampino per Dodicilune.
Label manager: Maurizio Bizzochetti

More Albums From Dodicilune