Artist: Clobeda's     Album: Clobeda's     Label: Artesuono     Code: ART001

Clobeda's

  • Clobeda's

  • Clobeda's

  • 18 December 1998

  • ART001

  • 8028958000011

  • iTunes,

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 4148

  • Today views : 2

  • Created on : 22 October 2012

  • Total songs : 0

  • Total comments : 0

  • From: Artesuono

Press Release

Esistono alcuni casi - pochi e assolutamente isolati - in cui la tradizionale divisione˜ tra cultura "bassa" e "alta", tra popolare e "colto", o raffinato, si annulla quasi del tutto, arrivando ad un'auspicabile quanto difficile e tra tutto quello che sta "di qua" e "di la", musicalmente parlando. Da anni ormai, l'ex trio tutto femminile ormai diventato quartetto "misto" delle Clobeda's ha scelto questa strada, portando l'accademia nelle piazze, spostandosi dalle sale da concerto ai palchi polverosi e rumorosi, mettendo assieme la tradizione popolare, non solo di questa terra, con le elaborazioni più raffinate che si possano immaginare (con un trio d'archi, poi...).
La nuova strada verso la contaminazione passa sicuramente attraverso questo primo lavoro delle Clobeda's, un album choe riassume tutto quello che Lucia, Martina, Elisa ed Ivan stanno facendo da anni: traditionals celtici affiancati ad arie tzigane, la fantomatica Mitteleuropa vista dalla parte di un Friuli che si trova più vicino all'Africa di quanto si possa pensare, il passato ed il presente che si rincorrono in una ricerca mai troppo formale, ma sempre perfettamente e classicamente equilibrata... Difficile dire dove questa strada potrà portare: come il treno in copertina, se ne intravede l'inizio - che, non casualmente, è anche il "numero uno" per una nuova etichetta che parte proprio da un nuovo concetto di musica "acustica". Per quanto riguarda l'arrivo, tutte le destinazioni sono possibili...

Andrea Ioime
 
CURRICULUM

Il gruppo “Clobeda’s ” è nato circa tre anni fa dall’idea di tre ragazze, allora tutte studentesse di strumenti ad arco presso il Conservatorio Sta†tale di Musica “J. Tomadini” di Udine: Lucia Clonfero al violino, Elisa D’Agostini alla viola (entrambe diplomate dal 1998) e Martina Bertoni, che sta completando gli studi presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto, al violoncello.
Successivamente, al gruppo, si è unito il percussionista Ivan Ordiner.
Il gruppo si dedica alla scoperta e “rivisitazione” di musiche di carattere etnico, senza limitazioni, ma con particolare attenzione per quelle legate alle culture irlandese, scozzese, bretone, friulana, greca e di quei paesi dell’est europeo che da sempre utilizzano gli strumenti ad arco nella musica popolare.
Questo consente di utilizzare i tre strumenti ad arco – classicissimi – in modo non ortodosso e di raggiungere effetti e sonorità particolari, anche per l’insolito abbinamento con le percussioni.
Il repertorio del gruppo comprende musiche e temi popolari, rielaborati personalmente in modo da renderli eseguƒibili da un trio d’archi; alcuni dei brani sono stati scritti appositamente per il trio, e con composizioni proprie i “Clobeda’s ” hanno conseguito il  2° posto al concorso “Acustica”, tenutosi nel gennaio del 1998 a Vigonza (Padova). 
In giugno 1999 hanno ricevuto a Capodacqua - Foligno il premio intitolato al musicista Carlo Fancelli, giunto alla sua quarta edizione, tenendo un apprezzato concerto.
Nel marzo di quest’anno hanno ricevuto il diploma d’onore come primi classificati assoluti alla selezione di Castelfranco Veneto del concorso internazionale TIM.
Il repertorio comprende anche “esplorazioni” di musica antica (medioevale e rinascimentale) presentata più volte anche fuori regione nell’ambito di manifestazioni storico culturali di questo genere, spesso in costume d’epoca.
Oltre all’attività autonoma, il gruppo collabora con noti artisti sia italiani, sia stranieri: fra questi, David Shea, musicista newyorkese famoso nell’avanguardia musicaleÚ, con il quale ha partecipato a diversi concerti sia in Italia (Gorizia, Quarrata in Toscana) sia all’estero (Festival di Wels – Austria) e all’incisione del CD “Il poema de Nuestra Senora”.
Nel 1998 il gruppo ha inciso con il noto artista carnico Gigi Maieron il suo CD “Anime femine” e lo accompagna durante i concerti. 
Ha inoltre partecipato alle incisioni di CD con altri artisti, fra cui di recente Flavio “Red Kaa” per il CD  “Technotitlan”, che riunisce drum&bass, rap e altri ritmi con la lingua friulana; il gruppo accompagna dal vivo progetti musicali e di balletto quali lo spettacolo “Le Mura” con gli ArearèA, già presentato a Udine d’Estate, a Bologna nell’ambito della manifestazione “Danze urbane”, a Trieste, a Firenze e Belluno. 
Nel câorso dell’estate 1999 è stato impegnato in diversi concerti nell’ambito di “Udine d’Estate” e “Le Nuvole”.
Ha partecipato inoltre alla rassegna “Onde Mediterranee” a Monfalcone.
Il 14 dicembre 1999 il gruppo ha presentato al Teatro “Luigi Bon” di Colugna, nell’ambito della rassegna “CD Live”, il suo primo CD “Clobeda’s”, prodotto dall’”Artesuono produzioni musicali” di Stefano Amerio.
Il 31 marzo 2000 il gruppo ha presentato – assieme alla compagnia “La fanfare minable” – a Parigi (Francia), nella serata di chiusura dell’11^ edizione di “Théâtres au cinéma”, lo spettacolo “I dis robàs” su poesie friulane di P. Paolo Pasolini.
Fra le più receànti collaborazioni, quella con gli “FLK”, il  gruppo più rappresentativo di musica etno-rock del Friuli, e con diversi artisti molto noti (M.M.Tosolini, Dramsam e Accademia Jaufrè Rudel) per il progetto “Via Gemina”, presentato in Friuli, Austria e Slovenia.
Nel corso dell’estate 2000 il gruppo ha continuato a tenere una serie di concerti a Trieste per “Musei di sera” e per una rassegna dedicata alla musica etnica, e, più di recente, nella manifestazione multimediale “ApritiPorto” svoltasi nel Porto Vecchio di Trieste.
Ha inoltre effettuato una tournèe in Trentino per “Girofolk” ed ha tenuto alcuni concerti nel Bergamasco per “Isolafolk”. 

Track List

1. RADHARC
2. BRUTON TOWN
3. ALFAMA
4. IRLANDA
5. MODO ARABICO
6. FOGGY DEW
7. AIAR DI NOVEMBAR
8. GYROS
9. LA NONNA
10. BUDAPEST

Personnel

Lucia Clonfero - violino
Elisa D’Agostini - viola
Martina Bertoni - violoncello
Ivan Ordiner - percussioni

More Albums From Artesuono