Artist: Jim McAuley     Album: Gongfarmer 36     Label: Long Song     Code: LSRCD124

Gongfarmer 36

  • Gongfarmer 36

  • Jim McAuley

  • 20 May 2012

  • LSRCD124

  • 8032089000222

  • iTunes, Long Song

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 3690

  • Today views : 2

  • Created on : 05 October 2012

  • Total songs : 0

  • Total comments : 0

  • From: Long Song

Press Release

Jim McAuley fa parte di una schiera di chitarristi improvvisatori che ridefiniscono il proprio strumento, come Derek Bailey, Fred Frith, Joe Morris, ed esponenti dell’avant-folk come John Fahey e Robbie Basho. Nei suoi lavori troviamo una presenza profondamente personale e lirica, così come un suono dalla firma unica che si mescola con la sua intensità.
 
Questa nuova collezione di registrazioni da solista è la testimonianza dell’ampio range espressivo e improvvisativo di McAuley e non di meno della sua creatività in costante sviluppo. Utilizzando una vasta gamma di chitarre acustiche, accordature non ortodosse e originali “preparazioni”, crea una ricca trama nel suo mondo sonoro che incorpora jazz, blues, folk, elementi classici e contemporanei in uno stile che lui chiama “pan-idiomatic improvisation”. Il primo acclamato album da solista (“Gongfarmer 18?) gli regala la reputazione di maestro della chitarra acustica. Questo nuovo lavoro conferma ulteriormente il valore e lo spessore di questo artista.
 
“Gongfarmer 36? è una raccolta tratta da numerosi spettacoli live, registrazioni in studio e casalinghe. Come tale, essa cattura momenti speciali di improvvisazione estatica, brillante, spontanea, e offre uno sguardo intimo sui meccanismi di una fantasiosa mente creativa.
 
In aggiunta al suo album solista precedente, McAuley ha registrato due dischi con l’Acoustic Guitar Trio (con Nels Cline e il compianto Rod Poole) e un set di 2 CD di duetti con Leroy Jenkins, Nels Cline, Ken Filiano e Alex Cline. LongSong Records è orgogliosa di contribuire a questo “corpus” che ridefinisce e espande le modalità e le possibilità del chitarrismo del ventunesimo secolo. E’ un disco divertente, sincero ed esaltante.
 
“Genuinely evocative and refreshingly cliche-bashing work” (Josef Woodard–Los Angeles Times)

“Mr. McAuley’s precise writing and playing is full of blues figures and rich-toned, acoustic-fold resonance. It’s peaceful and rigorous music” (Ben Radcliff–New York Times)

“Jim has the magic!” (Dick Metcalf, Improvijazzation Nation)

“He’s capable of putting your heart in full-resonance mode” (Massimo Ricci, Touching Extremes)

Track List

1. Second Blooming
2. Blues For John Carter
3. Another November Night
4. What Part Of Maybe (don't you understand?)
5. Una Lunga Canzone
6. Joy Buzzer
7. The Eyelids of Buddha
8. Plect's Bounce
9. Saltarello/Jumpstart
10. nika's Waltz

Personnel

Jim McAuley – classical guitar = emory board, steel-string guitar, string + tuning fork, 12-string + slide, prepared parlor guitar.

Recording Data

Tracks 1 & 7 recorded by Scott Fraser at Architecture, Los Angeles, CA. Tracks 2 & 8 recorded by Tarey Potter live at Boise Experimental Music Festival, Boise, ID. Tracks 3, 4 & 6 recorded by Sean Foye, Los Angeles, CA. Tracks 9 & 10 recorded by Jim McAuley live at Dangerous Curve, Los Angeles, CA.Track 5 recorded by Jim McAuley (home practice DAT), Los Angeles, CA.

Mastered by Maurizio Giannotti at Newmastering Studio, Milano, Italy. Executive Producer: Fabrizio Perissinotto. Producer: Scott Fraser. Album Art + Design: Kio Griffith / 9rpm.com | Photo: Steve Elkins (Jim McAuley portraits + Kio Griffith (landscape, strings and silhouettes)

 

More Albums From Long Song