Artist: Massimo De Mattia     Album: Black Novel     Label: Rudi     Code: RRJ1008

Black Novel

  • Black Novel

  • Massimo De Mattia

  • 02 May 2012

  • RRJ1008

  • 8058456240091

  • Rudi

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 3491

  • Today views : 3

  • Created on : 01 May 2012

  • Total songs : 7

  • Total comments : 0

  • From: Rudi

Press Release

Black Novel | Massimo De Mattia
Rudi Records 2012
Distribuzione: Goodfellas

C’è qualcosa che rende particolare Massimo De Mattia nel panorama italiano del jazz e della musica improvvisata. Passati gli Anni Ottanta ad apprendere e suonare con alcuni bei talenti coetanei e il sassofonista Tom Kirk il linguaggio hardbop De Mattia si è diretto verso la libera improvvisazione. Scelta non esclusiva ma prevalente. Tutte le sue incisioni a partire dalla prima, “Poesie Pour Pasolini” (1993), documentano questo percorso. Con una determinazione assoluta e implacabile la sua ricerca si è indirizzata verso diversi contesti: il solo, i piccoli gruppi, le orchestre, le performance multidisciplinari (teatro, arti figurative, cinema). La peculiarità risiede nella costanza e nella profondità con le quali questi contesti sono stati indagati e sperimentati.

Da un decennio De Mattia si è concentrato sull’idea di un piccolo gruppo con il quale lavorare in modo continuativo. L’idea di partenza era tentare di trovare musicisti e modalità di funzionamento che non fossero quelle codificate nel mainstream jazz. Ovvero un organico, o meglio un organismo, dove i ruoli dei musicisti non fossero statici. Nel corso dei vari mutamenti di formazione e strumenti, a parte il pianoforte presente fin dall’inizio, ogni cambiamento è andato nella direzione di aggiungere sonorità/personalità per affinare questo organismo e lanciarlo verso una musica che potesse esprimere allo stesso tempo potenza, elasticità, compattezza. Tutte caratteristiche che troviamo compiutamente presenti al massimo livello in questa incisione. In queste composizioni istantanee possono prevalere l’aspetto lirico, Full Blue dedicata ad un’amica scomparsa, oppure una tensione portata al limite dell’insostenibile come in Tortured Flowers. Troviamo stratificazioni ritmiche in perenne mutamento, pulsazioni incalzanti e ripetizioni cicliche. Assistiamo alla decostruzione e ricostruzione di forme in un divenire dove tutti i musicisti sono in gioco continuamente e completamente. Ne è dimostrazione Black Novel dove il contrabbasso assume il compito di perno su cui ruota il brano conducendo l’andamento al quale tutti gli altri si intonano e al tempo stesso emergendo come un vero e proprio narratore solista. Questo è un lavoro che proietta la musica improvvisata verso territori inesplorati ma che affonda le sue radici nella storia; si respira un’aria che ricorda il free-jazz degli anni settanta, il Loft Jazz, e suggestioni “contemporanee” ma nessun nostalgico ripetersi. Un’aria fresca e benefica che annuncia un ritrovato piacere per la libertà.

Flavio Massarutto

Track List

1. Hieronymus
6.47  
2. Full Blue
2.08  
3. Black Novel
8.15  
4. Seppuku/Mishima
8.03  
5. War Hole
5.13  
6. Nitesco
1.47
 
7. Tortured Flowers
10.03  

Personnel

Massimo De Mattia: flutes
Luigi Vitale: vibraphone, marimba
Denis Biason: guitars
Alessandro Turchet: double bass
Bruno Cesselli: piano

Recording Data

All compositions by De Mattia, Vitale, Biason, Turchet, Cesselli

Recorded, Mixed & Mastered December 2011 by Claudio Zambenedetti

Cover Photo by Luca d'Agostino