Artist: ANDREA GRUMELLI     Album: THE RED PROJECT     Label: Dodicilune     Code: ED504

THE RED PROJECT

  • THE RED PROJECT

  • ANDREA GRUMELLI

  • 09 February 2021

  • ED504

  • 8033309695044

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 315

  • Today views : 5

  • Created on : 18 December 2020

  • Total songs : 9

  • Total comments : 0

  • From: Dodicilune

Press Release

Jazz
Something less than perfect will do
But it must be perfectly you
Keith Red Mitchell

Prodotto da Dodicilune distribuito in Italia e all’estero da IRD e nei migliori store on line da Believe Digital, martedì 9 febbraio esce "The Red Project", un tributo del bassista lombardo Andrea Grumelli alla vita e alle opere di Keith "Red" Mitchell. Il progetto discografico propone, infatti, nove brani tratti dalla vastissima collezione del musicista, compositore, cantante, autore e poeta statunitense riarrangiati per un nuovo ensemble nel rispetto dei suoi canoni estetici, in una miscela che richiama il suo sound cameristico e denso di melodia. Andrea Grumelli è affiancato dalla cantante Monica Giuntoli, dal vibrafonista Michele Sannelli, dalla sassofonista baritono Rosarita Crisafi e dal batterista Stefano Bagnoli.

Bassista, pianista, cantante, compositore e poeta, Keith "Red" Mitchell nacque nel 1927 a New York e, malgrado le innumerevoli collaborazioni con grandi esponenti del Jazz tra cui Jim Hall, Barney Kessel, Tommy Flanagan, Red Norvo, Gerry Mulligan, Andre Prévin, Phil Woods, Hank Jones, Clark Terry, Kenny Barron, Billie Holiday e Chet Baker, il suo lavoro solista e le sue composizioni restano ancora relativamente sconosciuti anche nella cerchia degli amanti del Jazz. Celebre per la decisione di accordare il basso per quinte e il suo gusto per la melodia sia nelle linee di accompagnamento che nei suoi assoli, ha profondamente influenzato i bassisti dell'era post-bop quali Scott Lafaro, Charles Mingus e George Mraz, tra gli altri. Fu anche un compositore prolifico e scrisse 122 Songs che descriveva come "Tell like it is Music" definite poi dalla critica "Fiere e piene di amore” per il gusto per la melodia e il talento nella scrittura di testi. Poeta virile, appassionato e intelligente, di humor sagace e dalla ricca giocosità, fu anche autore di diverse poesie. Si trasferì a Stoccolma nel 1968 nel tentativo di sganciarsi dalla routine del lavoro in studio e rilanciare la sua carriera jazzistica ma anche di allontanarsi dalla società americana, in quegli anni connotata dalle forti problematiche socio-politiche e razziali. La sua ricerca musicale lo spinse a un nuovo approccio con lo strumento: più lirico, basato sulla melodia con assoli che ricalcassero quelli dei fiati, e più legato all’uso degli accordi. Prediligendo piccoli ensemble, riscoprì uno spazio intimo all’interno della sua musica dove fece confluire il suo approccio melodico inserendo nelle liriche anche la sua filosofia di vita. Fu insignito del Grammy Awards svedese nel 1986 e di nuovo nel 1991 per le sue incisioni come pianista, bassista e cantante, per la poetica delle sue composizioni e per essere uno dei bassisti più innovativi della tradizione.

Il bassista Andrea Grumelli, dopo aver studiato con i M° Gianluca Alberti, Alberto Viganò e Gigi De Martino, si diploma alla Civica Scuola di Musica "S. Licitra" di Cinisello Balsamo sotto la guida del M° Roberto Gelli e in seguito si laurea col massimo dei voti in "Basso Elettrico Jazz" presso il Conservatorio "Nicolini" di Piacenza con il M° Riccardo Fioravanti. Nei suoi progetti musicali si divide tra la sua passione per il Rock e l'amore per il Jazz. Collabora con la pianista e compositrice milanese Francesca Badalini (Cineteca Italiana) proponendo cine-conerti che uniscono gusto classico a sonorità contemporanee con ampio spazio all'improvvisazione. Ha registrato diversi dischi in ambito Rock (Progressive e non solo), con Soul Takers,  Winter Mist e  Verde Lauro. Dal 2017 collabora con il compositore Claudio Milano alla registrazione di brani in cui fonde musica contemporanea e Rock Progressivo. Negli ultimi anni divide l'attività tra progetti di stampo jazzistico con MS Vibes Trio (Progressive Jazz), Pitomba Quartet (Brazilian Jazz), The RED Project (basato sul lavoro del contrabbassista Red Mitchell) e progetti di stampo Rock.

Nato a Bari nel 1992, Michele Sannelli si diploma in strumenti a percussione presso il Conservatorio E.R. Duni di Matera con G. Tamborrino. Consegue il Diploma Accademico di II livello presso il Conservatorio G. Verdi di Milano con A. Dulbecco. È vincitore della borsa di studio per la frequenza di un semestre presso la “John Cali” Music School in New Jersey. Ha collaborato con le orchestre LaVerdi, Milano Classica, ClassicaViva e Unimi di Milano, Sentieri Selvaggi, Ararat Ensemble Orchestra , con cui ha inciso il disco Esodi, e Leonardo Bolgeri per IT festival. Come vibrafonista jazz ha partecipato al festival Ritmo delle Città, Orsara Jazz Festival, Jonio Jazz Festival e JazzMi. Ha suonato con Daniele e Tommaso Scannapieco, Joe Chambers, Pietro Tonolo. Ha suonato in Mary Poppins-il Musical, in scena al Teatro Nazionale di Milano nella stagione 2018/2019. Attivo come compositore e vibrafonista, è l’ideatore dell’MS Vibes Trio e del quintetto The Gonghers. È docente di percussioni nelle scuole medie a indirizzo musicale.

Monica Giuntoli nasce a Milano, cantante di formazione jazzistica studia canto jazz e teoria musicale al C.P.M. (Centro Professione Musica) di Milano, canto classico presso l’Associazione Musicale Domenico Scarlatti e perfezionamento Jazz tenuto dal Maestro Sante Palumbo presso l’Accademia di Musica di Castellanza. Collabora con artisti d'eccezione come i due miti del Jazz, Franco Cerri e Sante Palumbo, Attilio Zanchi, Riccardo Fioravanti, Marco Ricci, Stefano Bagnoli,Tommaso Bradascio, Max De Aloe, Donato Scolese e Romano Pucci. Il suo ultimo Lavoro discografico “Monica Loves Frank” (JasmRecords/Believe) dedicato a Sinatra, disponibile in digital download su Spotify e su tutte le piattaforme streaming, è arricchito dagli arrangiamenti del Maestro Sante Palumbo, dalle esecuzioni dello stesso al pianoforte, da Riccardo Fioravanti al contrabbasso/basso elettrico e Stefano “Brushman” Bagnoli alla batteria. Nel 2010 realizza l'album "Vanità" in collaborazione col Maestro Sante Palumbo, Marco Ricci e Tommaso Bradascioproduzione è di Alessio Brocca Edizioni Musicali. Nel 2015 in occasione dell’ Expo con la produzione Ufficiale del comune di Milano esce il CD "DreaMIng" 18 brani dedicati alla città meneghina, in collaborazione con l’associazione Artisti in prima linea.

Rosarita Crisafi (1969) giornalista e musicista. Scrive di musica, spettacoli e lifestyle su ViviMilano. Diplomata in saxofono (1994) e musica jazz (1997), ha studiato con Claudio Fasoli e Pietro Tonolo, ha seguito corsi di perfezionamento con Jerry Bergonzi. negli Anni '90 ha suonato in diverse formazioni orchestrali tra cui la European Music Orchestra diretta da Claudio Fasoli, con cui ha inciso “Guest” (CAM Jazz 1994), ospiti Kenny Wheeler e Aldo Romano. Negli Anni 2000 Ha fatto parte del quintetto di sassofoni al femminile Girl Talk fondato con la sassofonista Helga Plankensteiner. Dopo un lungo periodo di pausa ha ripreso l'attività di musicista in seguito al trasferimento a Milano, città in cui vive. Dal 2013 è componente di Artchipel Orchestra, dal 2017 fa parte della Civica Jazz Band diretta da Enrico Intra. Nel 2020 si è laureata in saxofono jazz presso i Civici Corsi di Jazz di Milano.

Famiglia pionieristica quella dei Bagnoli nel panorama jazzistico italiano sin dal 1951. Nel 1978 Stefano Bagnoli inizia la sua carriera appena quindicenne e da allora le collaborazioni si sommano a centinaia. Da anni è stabilmente nei gruppi di Paolo Fresu, Paolo Jannacci, Dado Moroni e Franco Ambrosetti. Tra i tanti artisti internazionali citiamo le collaborazioni con Clark Terry, Harry Sweet Edison, Buddy De Franco, Johnny Griffin, Cedar Walton, Tom Harrell, Miroslav Vitous, Joe Lovano, Bob Mintzer, Randy Brecker, Uri Caine. Talent scout e leader da anni di un proprio trio con il nobile scopo di promuovere giovani talenti, da anni sostiene anche un notevole impegno didattico sia come docente che come autore di numerosi metodi e dvd sulla batteria Jazz e sulle spazzole.

L’etichetta Dodicilune, fondata da Gabriele Rampino e Maurizio Bizzochetti è attiva dal 1996 e dispone di un catalogo di oltre 270 produzioni di artisti italiani e stranieri. Distribuiti nei negozi in Italia e all'estero da IRD, i dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati sulle maggiori piattaforme del mondo grazie a Believe Digital.

PRESSRELEASE ENGLISH

Produced by Dodicilune distributed in Italy and abroad by IRD and in the best online stores by Believe Digital, "The Red Project" is released on Tuesday 9 February. The cd is a tribute by the lombard bassist Andrea Grumelli to the life and works of Keith "Red" Mitchell. The recording project proposes, in fact, nine songs taken from the vast collection of the American musician, composer, singer, author and poet rearranged in a new, original ensemble based on Red Mitchell's chamber-like mood and melodic ideas. Andrea Grumelli is flanked by singer Monica Giuntoli, vibraphonist Michele Sannelli, baritone saxophonist Rosarita Crisafi and drummer Stefano Bagnoli.

Bassist, Pianist, Singer, Songwriter and Poet, Keith "Red" Mitchell was born in 1927 in New York but, despite his countless works and recordings with, among others, Jim Hall, Barney Kessel, Tommy Flanagan, Red Norvo, Gerry Mulligan, Andre Prévin, Phil Woods, Hank Jones, Clark Terry, Kenny Barron, Billie Holiday and Chet Baker, his solo works and compositions are still relatively unknown even among jazz lovers. Mostly recognized for his decision to tune his bass in 5th, his taste for melody in both walking lines and solos deeply influenced post-bop bassists such as Scott LaFaro, Charles Mingus and George Mraz among others. He was also a very prolific songwriter. He wrote 122 songs all of which he called "Tell it like it is music" in which his taste for melody is combined with his wit as a lyricist, defined as "both fierce and full of love... a virile poetry, an almost burlesque humor and a playfulness that is rich in both intelligence and heart". He is also the author of a large number of poems, included in his personal Poetry Book. Mitchell moved to Stockholm in 1968, both in an attempt to leave the studio work and taking up his career as a jazz musician again and because of the state of distress that the socio-political situation of violence and racism in the USA at that time caused him. His musical research pushed him to pursue an innovative approach to the instrument, so lyrical and based on melody, horn-like solos, and use of chords. He mostly favored small, intimate ensembles and conveyed both his vision of music and society in his lyrics. He won Sweden's Grammy Award in 1986 and again in 1991 for his recorded performances as a pianist, bassist, and vocalist, for his compositions and poetic song lyrics and for being one of the most innovative bass stylist of the tradition.

Andrea Grumelli, after having studied with M ° Gianluca Alberti, Alberto Viganò and Gigi De Martino, graduated from the Civic School of Music "S. Licitra" in Cinisello Balsamo under the guidance of Maestro Roberto Gelli and later graduated with full marks in "Jazz Electric Bass" at the "Nicolini" Conservatory of Piacenza with M ° Riccardo Fioravanti. In his musical projects he is divided between his passion for rock and love for jazz. He collaborates with the Milanese pianist and composer Francesca Badalini (Cineteca Italiana) proposing cine-concerts that combine classic taste with contemporary sounds with ample space for improvisation. He has recorded several records in Rock (Progressive and beyond), with Soul Takers, Winter Mist and Verde Lauro. Since 2017 he has collaborated with the composer Claudio Milano on the recording of songs in which he blends contemporary music and Progressive Rock. In recent years he has divided his activity between jazz projects with MS Vibes Trio (Progressive Jazz), Pitomba Quartet (Brazilian Jazz), The RED Project (based on the work of the double bass player Red Mitchell) and Rock projects.

Dodicilune, the label founded by Gabriele Rampino and Maurizio Bizzochetti, is active since 1996 and has a catalogue of more than 270 Italian and foreign artists’ albums. Distributed in Italy and abroad via IRD, you can by the Dodicilune albums also online, you can listen and download them from the major world platforms thanks to Believe Digital.

Track List

1 - Talking
2 - Simple Isn't Easy
3 - Big 'N And The Bear
4 - Where's Don Ellis Now?
5 - It's Always A Friend
6 - A Declaration Of Interdependence
7 - I'm A Homebody
8 - You're Me
9 - Soft And Warm  

All compositions by
Keith “Red” Mitchell

Personnel

Monica Giuntoli - vocals
Michele Sannelli - vibraphone
Rosarita Crisafi - baritone saxophone
Andrea Grumelli - electric bass
Stefano Bagnoli - drums

Recording Data

• PRODUCTION DATA
Total time 34:48 STEREO DDD
(p) 2021 DODICILUNE (Italy)
(c) 2021 DODICILUNE (Italy)
www.dodicilune.it
CD DODICILUNE DISCHI Ed504
8033309695044


• RECORDING DATA
Produced by Andrea Grumelli and Maurizio Bizzochetti, Gabriele Rampino by Dodicilune, Italy   Label manager Maurizio Bizzochetti (www.dodicilune.it)
Recorded 7, 8 December 2019 at Wardencliff Studio, Biassono (Mb), Italy
Mixed and mastered at Studio L’Impronta, Busto Arsizio (Va), Italy
Sound engineer Stefano Spina
Cover photo m iravgustin  Back cover illustration by Valentina Ceci
Photos by Francesca Guida
Contact: andrea_grumelli@yahoo.it, @TheREDProject.RedMitchell


• EXTRA NOTES
Music
Ok, every nation has its own
Traditions and its language,
And to take good care of them is really laudable;
And the language and traditions find

Their way into the music
With results that now and then are really audible
But the function of the music is
To get beneath our differences.
        Red Mitchell

More Albums From Dodicilune